Non c’è segreto che non possa essere svelato. Scopri 5 elementi da prendere in considerazione nella disposizione dei quadri sulle tue pareti.

Finalmente hai scelto il quadro moderno che più rappresenta il tuo gusto ed è arrivato il momento di appendere la tela sulle pareti. Ma una domanda sorge spontanea: come la dispongo? E ancora: di quali fattori devo tener presente affinché l’opera venga valorizzata?
La disposizione dei quadri segue alcune precise regole che non tutti conoscono e, una volta imparate, renderanno più semplice scegliere la parete migliore su cui esporre il quadro di design e realizzare la giusta composizione.
Prendi carta e penna e annota tutti i segret di una disposizione dei quadri perfetta.

come-predisporre-i-quadri

5 elementi per una disposizione perfetta

    • Le dimensioni. Valuta le dimensioni della parete e del quadro da appendere. Per una parete ampia puoi scegliere un solo quadro di grandi dimensioni oppure optare per una composizione di più quadri piccoli. Se la parete è piccola, meglio scegliere quadri proporzionati di dimensioni medie o comporre, ad esempio, un trittico.
    • I colori. Nella disposizione è necessario tener presente che deve esserci coerenza tra i colori del quadro e quelli dell’ambiente in cui è inserito e tra quadri diversi. Se l’ambiente invece è caratterizzato da tonalità neutre, si può osare con tele dai colori vivaci e contrastanti.
    • L’argomento. Creare una coerenza tematica: sì o no? Stili o temi diversi possono coesistere, a patto che siano scelti con criterio.
    • Le cornici. Cornice minimalista o che sia essa stessa un elemento decoratvo? In contrasto o coerente con la rappresentazione? Qualunque sia la scelta, è bene tenerla a mente prima di decidere dove disporre il quadro.
    • Allineamenti. Un quadro deve essere centrato nella parete o comunque appeso secondo i riferimenti del resto degli arredi. Allinealo ad altri elementi, usa la bolla, non appenderlo storto. A che altezza? Non troppo alto, non troppo basso. L’ideale è centrarlo all’altezza degli occhi.

Un unico monito: mai improvvisare la disposizione. Una volta tenuti presenti questi fattori e scelta la parete, disponi prima la composizione dei quadri con della carta, poi valuta visivamente l’effetto sulla parete ed eventualmente fai degli spostamenti; ti servirà per non avere dubbi sulla soluzione definitiva.

Voilà, i tuoi quadri moderni saranno valorizzati al meglio!

Indeciso su quale quadro scegliere? Scopri 4 motivi per optare per un quadro moderno e contattami per avere maggiori informazioni sulle mie opere.