Segui alcune indicazioni su come scegliere i quadri per arredare il tuo studio medico e allontana per sempre ogni dubbio.

Quando arte e medicina si incontrano

Quante volte sei entrato nel tuo studio, e ti sei trovato di fronte a quell’anonima parete bianca che ti dà il benvenuto ogni mattina. E quante volte hai pensato a come starebbe bene un tocco di colore, che trasmetta un po’ di allegria anche nei lunedì più grigi.

Poi, finalmente, ti sei deciso e hai recuperato un vecchio quadro che hai ricevuto in eredità da un lontano parente. Fuori contesto ti sembrava così adatto ma, una volta appeso, hai notato che stonava con il resto dell’ambiente e che l’effetto non era quello che ti saresti aspettato.

Troppo piccolo per una parete così grande, e dal soggetto troppo cupo rispetto al risultato che avresti voluto ottenere. Poi, un’illuminazione: perché non scegliere un quadro di grandi dimensioni, magari su tela, che di per sé costituisca un elemento di arredo?

Ecco, la soluzione può essere questa. Un quadro astratto e colorato, ideale per alleggerire l’atmosfera dello studio medico e per regalare ai pazienti un piccolo momento di piacere prima del fatidico incontro con il dottore.

Alzi la mano chi non si è mai trovato a dover affrontare una situazione simile, incerto su quale immagine scegliere per adornare le pareti del proprio studio medico, studio legale o ufficio. Ma ci sono alcuni elementi che potranno facilitarti nella decisione, scopriamoli insieme.

studio medico

Come scegliere il quadro giusto per il tuo studio

Scegliere i quadri per il proprio luogo di lavoro è un’operazione più complessa di quanto si pensi, che coinvolge sia aspetti pratici (come l’allocazione, la luce, ecc.) che aspetti emotivi (come il gusto personale).

Tuttavia, ci sono degli elementi da considerare, che possono aiutare a compiere la scelta migliore e a trovare il quadro giusto per lo studio o l’ufficio.

  • Scegliere soggetti non troppo cupi, che suggeriscano emozioni e sentimenti positivi. Nessuno, soprattutto all’interno di uno studio medico, desidera trovarsi di fronte a immagini angoscianti o che inducano pensieri negativi.
  • Niente disegni che distraggono, meglio preferire forme astratte e geometriche che non distolgano l’attenzione dal lavoro.
  • Addio a foto di famiglia o gigantografie degli antenati e no a un gusto troppo originale. Lo studio è un luogo che si condivide con colleghi, collaboratori e con i pazienti: meglio optare per opere trasversali e universalmente apprezzate.
  • Sì a quadri di dimensioni importanti, che diano carattere all’ambiente e che fungano da elementi d’arredo. Spesso l’arredamento dello studio è minimal, certamente non ricco di suppellettili come quello della casa, e va personalizzato al massimo con pochi, precisi elementi.
  • Preferire quadri colorati, che tengano conto della cromoterapia, ossia della disciplina che vede nei colori il loro punto di forza. Tinte rilassanti e non troppo eccitanti come il verde o l’azzurro possono essere un’ottima soluzione.

Desideri un quadro per il tuo studio medico? Contattami, ti indirizzerò al meglio.